Un percorso di Death Education

Un percorso di Death Education

Un tema da affrontare con serenità

Molte volte nella vita dobbiamo affrontare momenti di difficoltà o abbiamo bisogno di confrontarci su argomenti specifici per essere pronti a rispondere a domande «scomode» per le quali non ci sentiamo preparati. Questo sta accadendo a molti genitori che si trovano a dover spiegare ai propri figli il significato della «morte»,  tema che questa pandemia ci ha obbligati a guardare direttamente togliendo il velo del tabù. Fino a un anno fa per noi la «morte» era come un nemico lontano, invisibile, quasi inesistente mentre ora è diventata un’entità ben presente che con violenza si è affacciata sulla soglia di casa e dentro la vita di molti di noi. Essere un conusellor è essere portatrice d’aiuto in tutte quelle situazioni che hanno a che fare con le relazioni umane, da quelle professionali a quelle interpersonali fino a quelle più delicate e profonde con se stessi. Ritengo che trattare il tema della morte sia doveroso da parte di tutti noi adulti per poter essere pronti ad aiutare i nostri bambini e adolescenti a trovare la via migliore per poter affrontare serenamente la vita. Se dunque è importante acquisire consapevolezza di cosa è «vivere», ancor più è importante acquisire una consapevolezza profonda di cosa significa «morire». La mia vita personale, gli studi e gli approfondimenti fatti, l’esperienza come facilitatrice di un gruppo di Auto Mutuo Aiuto sull’elaborazione del lutto mi hanno portato a definire dei percorsi di Death Education che possono servire a chiunque voglia affrontare il tema.In piccoli gruppi o in sedute singole possiamo insieme parlare e affrontare questo tema con serenità e provare insieme a trovare le nostre risposte.

thin